07 Ott 2013

AMD Radeon R9: vera rivoluzione o solita solfa?

AMD ha presentato da poco la sua nuova famiglia di schede grafiche (R7 240,R7 250, R7 260X, R9 270X, R9 280X, R9 290 e R9 290X) ed ha scelto di mantenere inalterata la dicitura Radeon (nonostante Radeon era un nome legato al vecchio marchio Ati) per ragioni probabilmente di marketing. Purtroppo, ad un'analisi leggermente più attenta balza subito all'occhio che la maggior parte delle soluzioni grafiche della nuova famiglia Radeon R non fa altro che riciclare vecchi chip della serie Radeon 7000, opportunamente rivisti e perfezionati: ad esempio la R9 270X usa di fatto lo stesso chip Pitcairn  (20 compute unit per un totale di 1280 shader) e osservando le altre schede video il discorso è per lo più equivalente. In realtà non è un'abitudine nuova dei produttori di schede video quello di riciclare alcune soluzioni grafiche in nuove linee di prodotti, ma non ci aspettavamo che questo avvenisse proprio in concomitanza di un cambio di nomenclatura ( che avrebbe dovuto essere naturalmente collegata a novità importanti) , soprattuto in questo momento di mercato che sembra esigere miglioramenti sostanziali, per distanziarsi dal mondo delle console in procinto di sfornare la next generation. Intendiamoci, una soluzione R9 290X è molto più avanzata di quella integrata nella console PS4 dal punto di vista grafico, ma costa più del doppio, costituisce solo la soluzione video (mentre la PS4 è un sistema di gioco completo..) e soprattutto non si avvantaggia delle ottimizzazioni dei giochi si cui possono beneficiare le console. E comunque ,per intenderci, la situazione in questo caso appare quasi malsana in quanto si è costretti ad acquistare le 2 top di gamma (R9290 ed R9290X) per avere miglioramento rispetto alla generazione precedente visto che la R9280X ha praticamente la stessa GPU della Radeon HD 7970 GHZ edition ma è addirittura meno prestante (!!!) visto che quest'ultima arriva a 1.05 GHZ mentre la R9 in questione si ferma a 1 GHZ...   NO COMMMENT
Nonostante queste indubbie premesse cercheremo di capire cosa vi è di buono nella nuova gamma R di AMD

Radeon R: Tecnologia True Audio
Esclusiva, purtroppo, delle Radeon R7 260X, R9290 ed R9 290X, la tecnologia True Audio, che promette di gestire i calcoli (complessissimi in caso di HFRT) necessari al posizionamento sonoro in modo dedicato, senza impattare sul processore: AMD infatti sostiene che il consumo di risorse medio del processamento audio sul processore principale è pari al 10%, ed in questo caso, grazie alla tecnologia True Audio, e soprattutto ai core DSP Tensilica HiFi EP (adibiti ai calcoli specifici necessari), tale potenza di calcolo sarà liberata totalmente ed processore sarà libero di fare altro. La nostra opinione è che l'interesse principale di questa tecnoclogia audio, ora inserita nelle schede video, non sarà catalizzato tanto dai produttori di giochi ( in fondo il processore è sfruttato molto di meno della sezione grafica nei giochi di ultima generazione , visto che ormai abbiamo anche processori dedicati al calcolo della fisica..) ma soprattutto i produttori di sistemi musicali e di DAW (tipo Cubase per intenderci) che ora potranno sperimentare nuove possibilità di gestione delle risorse, demandando il calcolo di algoritmi più complessi (pensiamo al riverbero convuzionale)  a dsp specifici (cosa che già avviene in scede audio dedicate come le UAD). In realtà anche il mondo dei videogiochi potrebbe beneficiare dell'implementazione di dsp specifici per l'audio, ma allo stato attuale dubitiamo che le software house siano disposte a spendere ulteriori risorse per l'implementazione di  ulteriori funzionalità audio : se poi aggiungiamo che la tecnologia in questione è disponibile solo su tre delle schede della linea R9 allora siamo praticamente certi che i chip saranno sfruttati solo in modo passivo e che la tecnologia Tre Audio non sarà supportata in modo dedicato, per lo meno per ora.

Radeon R: Tecnologia Display

La forza delle Radeon (rispetto alle soluzione grafiche Nvidia) è stata sempre nella gestione degli schermi e della visualizzazione multi-screen (ricordiamo la presentazione del 2009 di Eyefinity, che supportava da 3 a 6 uscite video indipendenti). Tale capacità di gestione dei display è stata messa in discussione in parte da Nvidia che, supportanto la tecnologia DisplayID ha di fatto consentito in modo automatico una perfetta gestione del video surround tramite più schermi. Ora le Radeon R consentono di gestire 3 schermi senza la necessità di collegarne uno tramite display port ma utilizzando solo HDMI. 

Radeon R: prestazioni
Dedicheremo un'articolo apposito con test di laboratorio approfonditi non appena tutta la linea sarà disponibile (quindi il gap sarà colmato da R9 290 ed R9 290X) ma nel frattempo chiariamo subito che le schede sono uguali se non inferiori( 290 e 290x a parte9 alle soluzioni precedenti corrispettive, a fronte però di un prezzo molto piu scontato.

Radeon R: prezzi competitivi
Diciamo subito che la scheda che ci ha colpito di più come rapporto prezzo prestazioni è la R) 280X che con 300 dollari consente di avere una CPU Taiti (ex top di gamma9 e di giocare ad altissima risoluzione( ma non 4k9 con tuti gli effetti attivi e senza sacrificare alcun dettaglio. meno convincente l'offerta AMD sulla fascia bassa, dove NVDia riesce ancora a vincere sulle rpestazioni pure a parità di spesa : ad esempio la R7 260X se la deve vedere con la GeForce GTX 650 Ti Boost 2GB oggi scontata a 150 dollari... E' vero dispone in più della tecnologia True Audio, ma non crediamo sia sufficiente per scalzare la concorrenza.
In tutto questo Nvidia deve ancora presentare la sua nuova linea... (anche se non sembra sarà una cosa che avverrà in tempi brevi)

 

  • Stampa
  • Email
Pubblicato in Hardware & PC
Etichettato sotto
Letto 1748 volte Ultima modifica il Giovedì, 24 Ottobre 2013 11:10

Seguici sui Social

Privacy Policy

Iscriviti gratis alla Newsletter

E potrai rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità tecnologiche

JoomShaper

Questo sito utilizza cookies per migliorare il servizio. Se decidi di continuare la navigazione accetti il loro uso.