VeroGeek è il Re dei geek di questo pianeta e di quelli più prossimi a noi

Sony si appresta a rivoluzionare il comparto fotografico degli smarphone con l'introduzione degli Smart Shoot QX100 e QX10, degli accessori esterni costituti da un sensore evoluto ed un'obbiettivo di altissima qualità che possono essere attaccati al proprio smartphone e comunicare con esso tramite NFC. Nel caso della QX100 , a nostro avviso la proposta più interessante, l'obbiettivo in questione è uno zoom Carl Zeiss con apertura di 1.8 (alla focale minore..) ed un sensore di ben 20 Megapixel, che è poi lo stesso montato sulla Sony X100MKII, già famoso per la sua resa eccezionale. (il Sony QX10 invece condivide la stessa lente del Sony WX150 ed un sensore da 18 MP)

Sony QX100: come funziona
Grazie ad un pratico grip sarà possibile attaccare l'obbiettivo al proprio smartphone (in qualsiasi punto) ed esso, grazie alla tecnologia NFC (anche il telefono deve esserne dotato) si sincronizzerà automaticamente permettendoci di controllare tute le funzioni fotografiche direttamente dal display: Sony infatti fornisce insieme allo smartshoot qx100 anche un'app di controllo molto evoluta, la PlayMemories Mobile, che di fatto simulerà il menu di una macchina fotografica vera a propria! per chi avesse uno smartphone sprovvisto di NFC sarà comuqnue possibile sincronizzare manualmente l'obbiettivo QX100 o QX10 al proprio smartphone tramite wi-fi senza alcuna limitazione di utilizzo. 

Sony QX100: perchè una rivoluzione per smartphone
Fino ad oggi i produttori si sono concentrati sulla realizzazione di lenti di qualità superiore da attaccare agli obbiettivi integrati negli smartphone: tale soluzione, oltre a non risolvere il problema del sensore di piccola taglia e abbastanza inutile visto che poi la luce dovrà comunque filtrare attraverso le lenti di default che separano il sensore dalla nuova lente esterna. Sony in questo caso utilizza un'approccio completamente diverso e che garantisce risultati infinitamente superiori, in quanto la lente (carl zeiss..) ed il sensore (da 1") sono entrambi esterni ed interagiscono direttamente, garantendo la massima qualità possibile.

Sony QX 100: le caratteristiche ed il prezzo
Oltre al già sovracitato obbiettivo Carl Zeiss Vario Sonar T* F1,8  con zoom 3.6X ed al fantastico sensore CMOS Exmor™ da 1" con 20,2 MP, abbiamo una ghiera manuale molto precisa a cui è possibile adibire funzioni di messa a fuoco e zoom. Il resto delle funzioni viene espletato appunto dal processore del proprio smarphone ( ed in questo modo la Sony è riuscita a contenere il prezzo rispetto alla soluzione completa rx100MK2 ampliando la fruibilità visto lo schermo molto più ampio di cui sono dotati solitamente i cellulari). Altra caratteristica è quella di poter smontare il sensore e di posizionarlo a distanza (mantenendo il controllo da proprio cellulare9 così da effettuare splendidi autoscatti o fotografie con angolazioni particolari.Il prezzo europeo è per ora non definito ma dovrebbe allinearsi sui 450 euro visto che la versione americana è preannunciata a 450 dollari.

 

Leggi tutto...
Pubblicato in Audio & Video
Etichettato sotto

Whooming (www.whooming.com), ci fornisce un servizio per cellulari e smartphone veramente utile per conoscere chi ci ha chiamato quando riceviamo chiamate anonime da parte di amici che vogliono fare uno scherzo, agenzie di pubblicità o marketing, molestatori, stalker, etc. Wooming può essere usato anche con telefoni fissi perché non è necessario installare all’ interno del proprio dispositivo nessun tipo di software o applicazione. Il servizio Whooming è fornito da alcuni operatori telefonici e richiede un canone mensile per il suo utilizzo ma potrebbe valerne la pena visto che con Whooming sapremo senza problema chi ci chiama con numero nascosto. Dietro a questo tipo di servizio c’è un team italiano di 10 persone, programmatori, esperti in software che vogliono restare per il momento anonimi.

Whooming: Come funziona
Whooming come anticipato non ha bisogno di nessun software specifico per funzionare maè necessario andare nelle impostazioni del telefono e impostare una deviazione di chiamata, inserendo il numero di telefono rilasciato da whooming stesso in fase di registrazione. Una volta ricevuta la chiamata anonima, sarà necessario schiacciare sul tasto rifiuta chiamata e il nostro telefono la devierà presso il server di wooming che ci manderà manderà via email il numero di telefono della persona che ci ha chiamato. Si può anche verificare il numero accendendo al sito internet di wooming e inserendo le proprie credenziali rilasciate in fase di registrazione. Tutto molto semplice e veloce! Il servizio funziona con tutti i telefoni a patto che il nostro operatore telefonico sia abilitato per la deviazione di chiamata.

Whooming: come riesce a scoprire il numero anonimo
E’ possibile identificare il numero di chiamata oscurato perché, come spiegano sul sito di Wooming, “Le nostre telefonate viaggiano per il 99% su flussi Ss7, una tecnologia largamente adottata che è lo standard per la telefonia e per l'interconnessione tra provider di servizi Tlc. L'id del chiamante, da protocollo, dovrebbe sempre viaggiare in chiaro qualunque sia l'origine della comunicazione, ma nella realtà dei fatti questa informazione è immediatamente disponibile solo nel 95% dei casi, poiché esiste un 5% di chiamate che viene originato direttamente con informazioni sul chiamante assenti o alterate. Per gli utenti Whooming, noi assolviamo alla lettura di questa informazione in tempo reale”.

Whooming : quanto costa
Il servizio di whooming è gratis, non c’è bisogno di pagare alcun canone mensile o annuale a differenza di avere lo stesso servizio mediante un operatore di telefonia tradizionale. Comunque chi voglia fare una donazione a whooming è sempre per accetto e può essere fatta seguendo le istruzioni del sito mediante paypal.Whooming: è anche un app?Whooming è anche un app per android scaricabile dal sito google play. Con questa applicazione, scaricabile gratuitamente da google paly, si può vedere direttamente chi ci ha chiamato, con una limitazione, cioè la parte iniziale del numero è oscurata da degli asterischi # . Chi invece vuole tutte le funzionalità e vedere quindi direttamente tutto il numero nascosto di chi ci ha chiamato può sottoscrivere l’ abbonamento mensile al costo di 2.99 euro/mese. Opzione aggiuntiva poi è quella comprare del credito telefonico e ricevere il numero direttamente tramite sms.

Leggi tutto...
Pubblicato in App & Software
Etichettato sotto

Valve, dopo aver annunciato SteamOS, Steam Machines e Steam Controller, ha finalmente comunicato questo weekend le prime informazioni sulla configurazione dei 300 prototipi di Steam Machines che presto saranno inviate ai beta tester prescelti. Con ogni probabilità, si tratta di specifiche molto simili a quelle definitive, anche perchè la data di uscita delle Steam Machines non sembra lontana. Non tutte le Steam Machines saranno uguali, variano per processore e chip grafico, pur imponendo Valve dei requisiti minimi e delle caratteristiche precise per essere classificati come Steam Machine. E' soprattutto la GPU, prodotta da Nvidia, ad essere differente per i diversi i modelli: il modello di puntamonta ovviamente una GeForce GTX Titan mentre scendendo al gradino più basso troviamo la GTX 660, più abbordabile ma comunque prestante. per Vram sembra si sia fatta un po di confusione perchè in un comunciato Valve parta di 3 Gb per (quando il modello normale di Nvidia Titan GTX ne monta 6) e quindi questo si può tradurre o con un modello completamente personalizzato di Titan, o nel messaggio che il quantitativo minimo di memoria per la VRam delle Steam Machines è 3 Gb.  I processori sono tutti I3, I5 o I7 della Intel mentre AMD viene completamente esclusa dai giochi (in effetti una volta scartata l'ipotesi delle Radeon per la scheda video, la scelta appare obbligata). La memoria è invece  fissata in 16 Gigabyte. Insomma tali caratteristiche tecniche delle Steam Machines dovrebbero garantire delle prestazioni molto elevate su tutti i fronti,anche se rimaniamo dubbiosi nel verificare una così grande differenza tra la Steam Machine dal profilo più basso8 i3 con GTX660 ed I7 con GTX Titan) che ritaniamo potrebbe rendere difficile un'ottimizzazione dei giochi ad opera degli sviluppatori, a differenza di quanto accade per pc.

Leggi tutto...
Pubblicato in Videogiochi
Etichettato sotto

GoPro, la società nota per la sua linea di videocamere sportive HD HERO  che permette di riprendere in condizioni estreme, ha lanciato l'Hero 3+ scioccando l'intero mondo del video. Non solo questa fotocamera è più leggero e più piccola rispetto alla Hero 3, e ma di fatto presenta un sensore di immagine capace di riprendere con una qualità video scioccante ed a un frame rate corrispettivo molto più elevato di videocamere blasonate o Reflex (che sono l'ultimo grido in fatto di qualità nelle riprese video).  Abbiamo infatti un 1080p a ben 60p ed un 4k a 15 p (senza contare il 720p a 120 fps..). Ma la rivoluzione che sta portando avanti la GoPro non va letta solo nei numeri, di per se molto buoni (ma apperentemente raggiungibili da fotocamere come la Nikon 1 specializzate in video e scatti veloci): piuttosto ciò che lascia letteralmente a bocca aperta è la qualità dei fillmati (colori, brillantezza, definizione intesa come capacità di risolvere l'immagine etc) in ogni condizione (luce scarsa, sott'acqua, su una bicicletta in corsa su un terreno sconquassato) e soprattutto in una video-fotocamera del costo di 449 euro!! In realtà al di la del costo contenuto sembra che la go pro stia proprio superando oggettivamente le concorrenti dal costo di 2000 euro e più ( intese come qualità di immagine, perchè per quanto riguarda flessibilità, resistenza ,stabilizzazione anche una Go pro 2 le supera!!). Un'altra miglioria della GoPro Hero3+ è l'obbiettivo in vetro ora con un potere risolvente del 30% superiore e soprattutto con un'evidente minore distorsione (Le GoPro montano un' obbiettivo grandangolare soggetto naturalmente a questo tipo di artefatto). La GoPro Hero 3+ Black Edition ha anche a anche quattro volte più veloce velocità di connessione internet Wi-Fi ed una nuova funzionalità denominata SuperView fornisce scatti più ampio angolazioni ed , il processore di immagine è due volte più veloce rispetto alla Hero 3. 

Leggi tutto...
Pubblicato in Audio & Video
Etichettato sotto

Fifa 14, è uscito finalmente il 26 settembre 2013 con qualche giorno di ritardo sul rivale Pes 2014. Con questa nuova versione l’ americana Eletronics Arts (EA) non ha soltanto fatto un restyling generale del gioco, come fanno normalmente le case software per le nuove versioni dei giochi, ma ha introdotto diverse novità e funzionalità che rendono Fifa 14 ancora più realistico ed entusiasmante. Le opzioni che può scegliere l’ utente sono molteplici: c’è la possibilità di giocare in più di 30 stadi, selezionare squadre di 33 campionati su licenza (inclusa la nostra serie A, B, Premierleague,etc) , e 47 Nazionali tra le più rappresentative. Fifa 14 ha subito rispetto alla versione precedente diverse modifiche e l’ utente potrà godere di un’ esperienza di gioco migliorata e totale grazie a più di 100 telecamere poste in tutti gli angoli del campo in modo da rivedere i replay da diverse angolazioni. In compertina del gioco ci sono messi Messi ed El Sharawy. Lo stile di Fifa 14 riprende quello di windows 8 con 4 grosse mattonelle in vista che sono , Partita rapida, Modalità carriera, Ultimate team,news aggiornate in tempo rea.le
Le novità principali quest’ anno sono:

Pure shot: è un nuovissimo sistema proprietario del gioco che serve per tirare la palla in porta. L’ utente sarà quindi in grado di modificare il passo del giocatore per tirare meglio in porta, in modo da colpire il pallone nel modo migliore e poter fare goal in maniera più realistica possibile.

il pallone migliorato: il pallone ha più la forma di una sfera e ha una traeiettoria veramente più simile alla realtà. Gli ingegneri informatici di EA hanno lavorato molto sulla fisica del pallone, i lanci lunghi risultano più plausibili nelle traiettorie descritte e i passaggi più realistici e si può imprimere alla palla una traiettoria a scendere o con effetto proprio come Pirlo!

- tocco di palla: il giocatore ora non è più attaccato alla palla, ma rimane sempre ad una certa distanza permettendo al giocatore di toccarla con minimi tocchi a seconda anche della velocità, come succede nella realtà. I giocatori più tecnici avranno la palla sempre incollata al piede.

proteggere la palla: il giocatore ora può con il corpo proteggere la palla per passare ai compagni oppure driblare prima di andare al tiro.

Intelligenza di squadra: la costruzione delle azioni di squadra è stata notevolmente migliorata ed è possibile costruire delle azioni complesse grazie all’ intelligenza di squadra. La modalità di movimento del calciatore è più realistica, e i contrasti sono migliorati molto facendo sparire le mischie di più giocatori in aerea di rigore.

-Variable dribble touch: rende il dribling con la palla più preciso e realistico.

Il prezzo di Fifa 14 per il supporto fisico è di 69 euro mentre online si scarica per PC al prezzo di 49,90 euro. Si deve precisare che si sono verificati nel giorno del lancio alcuni problemi per gli utenti tanto che è stato rilasciato immediatamente un minor update e domenica 7 ottobre invece EA ha rilasciato una patch più importante, mentre questo fine settimana dovrebbe essere rilasciata un'altra patch questa volta per la Xbox 360 e la Playstation. Questi aggiornamenti vanno a risolvere alcuni bug e alcune dimenticanze nel software segnalate immediatamente dai clienti che sono stati celermente risolti da EA.

Leggi tutto...
Pubblicato in Videogiochi
Etichettato sotto

Seguici sui Social

Privacy Policy

Iscriviti gratis alla Newsletter

E potrai rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità tecnologiche

JoomShaper

Questo sito utilizza cookies per migliorare il servizio. Se decidi di continuare la navigazione accetti il loro uso.